Dog-sitter: da necessità a stile di vita

Sono passati almeno quattro anni da quando una dolce shitzu mi ha rubato il cuore: facevo l’università a Bologna e la professione di dog-sitter era una valida opportunità per permettersi una vacanzina. Dopo Maia, la shitzu, c’è stato il vecchio labrador, Spritz, Charlie, Candy, Spank…ma ancora oggi, lontana dalla città universitaria, mi viene chiesto di tenere Maia d’estate: una grande soddisfazione! 

Come certi lavori sono di passaggio (posso dire con certezza che la promoter è uno di quelli!), altri diventano una passione, una missione, una parte di te, qualcosa che ti fa stare bene. Adesso che sto lavorando con i cani me ne rendo conto: mi farà sempre piacere prendermi cura di loro. I cani, quelle meravigliose creature che tanto si avvicinano a noi ma che ti mettono continuamente alla prova, tirano fuori la parte più istintiva di te, ti mettono di fronte ai tuoi bisogni, alle tue capacità…

Ecco perché al Centro Cinofilo del Garda offro un servizio di questo tipo, direttamente a casa del cliente (non mi è più possibile effettuare il precedente servizio h24, nella mia abitazione).

Per approfondimenti cliccate quì.

 

 

Posted by
laurarossimartelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *