SOS colpo di calore!

cane nuota

Quante volte ti sei sentito dire: “attento a non lasciare il cane in auto sotto il sole”. Il fenomeno allarmante dei cani morti per un colpo di calore in auto è noto a tutti (ancora non abbastanza…d’altronde la gente dimentica anche i bambini quindi perché stupirsene!), ma la stessa attenzione occorre riservarla quando il cane è a casa. Vediamo insieme quali sono le cause, i sintomi e le regole per prevenire i colpi di calore.

I colpi di calore nei cani sono influenzati da diversi fattori:

  • eccitazione e movimento (accusati soprattutto nei cani tenuti a catena!)
  • l’umidità elevata: l’evaporazione di acqua dalla cavità orale e nasale viene ridotta, nonostante l’animale ansimi il più possibile
  • anatomia del cranio (cani brachicefali come il Boxer o il Bulldog sono più soggetti)
  • obesità
  • mancanza di acqua
  • minore tolleranza al calore dei cuccioli e dei cani anziani

I sintomi del colpo di calore:

  • il cane comincia ad ansimare in modo eccessivo
  • la mucosa orale assume un colore rosso vivo
  • il cuore aumenta la frequenza dei battiti

Se non si interviene il cane cade in uno stato “stuporoso”: occhi sbarrati, zampe rigide e calde al tatto, le mucose da rosso vivo diventano pallide, e si può giungere fino all’arresto respiratorio.

Il colpo di calore è infatti un vero e proprio shock per l’organismo, che comporta gravi problemi circolatori fino all’edema cerebrale: non sottovalutare la situazione!

Consiglio:

Se il cane accusa i sintomi esposti sopra, l’importante è agire tempestivamente, abbassando la temperatura corporea il prima possibile. Un metodo efficace consiste nell’immergere il tronco e gli arti dell’animale in un contenitore di acqua fredda. Durante il bagno si possono fare frizioni agli arti, per migliorare la circolazione superficiale. Se la situazione è grave rivolgiti al più presto a un veterinario.

Regole:

  • In estate (o comunque in giornate molto calde, anche primaverili!) se il cane è lasciato all’aperto controlla che possa accedere ad una zona d’ombra
  • Non lasciarlo alla catena esposto al sole (in ogni caso, non lasciarlo mai alla catena)
  • Portalo a passeggiare o alla mattina prima delle 11 o alla sera dopo le 20. Evita di farlo correre al tuo fianco: potrebbe non divertirsi quanto te!
  • Non lasciare il cane in auto, neanche con il finestrino abbassato
  • In estate non pensare di lasciarlo in auto per una veloce commissione di 10 minuti: anche 2 minuti a elevate temperature possono essere fatali.
  • In auto se non hai l’aria condizionata fai soste frequenti facendo riposare il cane all’ombra, su un aiuola. Dagli acqua fresca a volontà e fai girare l’aria nell’auto tenendo aperte le portiere, e raffreddando l’auto all’ombra.
  • Ricorda che una temperatura che per noi può essere piacevole per il cane può già essere fastidiosa, in quanto la sua temperatura basale è di 38,5°C.
  • Porta sempre con te una bottiglia di acqua fredda: se ti accorgi che il cane ansima eccessivamente fallo bere e bagna ripetutamente la testa e le zampe per raffreddare la sua temperatura corporea.
  • A casa cambia l’acqua due volte al giorno, in modo che sia sempre fresca, e tieni la ciotola al fresco (da preferire quella in acciaio inossidabile).
  • Il cane non ha un buon sistema di dispersione del calore, per questo è importantissimo lasciarlo il più possibile all’ombra nei mesi estivi. Il cane infatti termoregola la sua temperatura corporea aprendo la bocca ed esponendo la lingua all’evaporazione, ma suda attraverso i cuscinetti plantari: se vedi che il cane lascia impronte lucide sul pavimento, vuol dire che sta soffrendo il caldo e ha bisogno del tuo aiuto.
  • Se lo stile della tua vacanza non è compatibile con quello del cane, lascialo piuttosto da conoscenti (familiari o amici) che se ne prendano cura piuttosto che portarlo in spiaggia o a camminare sotto il sole, soffrendo per lunghi momenti in auto, treno, nave, aereo.

Anche questo è un buon esercizio per rafforzare l‘amicizia con il tuo cane: ci ha riscaldati e fatto compagnia tutto l’inverno, non puoi lasciarlo solo in estate, ma devi prestargli tutta l’attenzione necessaria. Lui ricambierà il tuo gesto con l’affetto smisurato che lo contraddistingue. 

 

 

Posted by
laurarossimartelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *