Vivere con un SimilDalmata…

Ho un cane da 8 anni, è un meticcio e si chiama Inky. Ma, che incrocio sia, è un mistero, o quasi. Se vado dal veterinario mi dice che ha del setter…se vado dal toelettatore mi ritrovo un mezzo pointer…ma i bambini (e le mamme) per strada dicono: “Guarda, un Dalmata! Come quelli della carica del 101!”. E sapete chi probabilmente ha ragione? I “non professionisti”! E allora, per sondare ogni dubbio, ho chiesto in giro a chi ha avuto un dalmata e questo è il ritratto che ne è uscito: 

  • ha bisogno di tanto movimento (alto istinto predatorio), quindi di un proprietario dinamico (adora correre…e infatti è contenta quando la porto a correre con me!)
  • dolci, buoni, simpatici…e furbissimi, indipendenti, molto orgogliosi
  • perdono il pelo tutto l’anno, si infila nei vestiti e per toglierlo è un impresa! (quanto mi ci ritrovo su questo punto? Tanto!)
  • ha la tendenza a scappare (vero)
  • molto testardo e non semplicissimo da educare (ne so qualcosa…la mia testona…ma alla fine è anche brava per essere un simildalmata!), ma molto fedele se trova qualcuno che lo comprenda (da questa estate abbiamo cominciato un addestramento che ha aumentato la nostra intesa e sarò sincera, è gratificante vedere i miglioramenti fatti)
  • tendenza a mettere in bocca e ingoiare ciò che trova per terra
  • abbaia poco (hmm… i vicini non si lamentano quindi confermo)
  • eterno cucciolone (sì! Proprio vero! Tutti pensano sia una cucciola invece ha 8 anni, ma ha un comportamento neotenico!)

Del Dalmata forse le manca il “sorriso”, la tendenza all’ansia da separazione, la sordità congenita (attenzione a richiedere il test audiometrico prima di acquistare il cane)…

Non posso fare a meno di riportarvi le parole di Valeria Rossi, nota allevatrice e addestratrice, perché sono molto divertenti: “ce l’avevo in addestramento e pensai, nell’ordine: a) che fosse un totale cretino senza speranza; b) che fosse sordo; c) che fosse sordo solo quando pareva a lui; d) che fosse immensamente più furbo di quanto avessi mai immaginato; e) che fosse indiscutibilmente più furbo di me e mi prendesse per il culo; f) che mi prendesse effettivamente per il culo, ma non lo facesse con cattiveria, bensì con grande senso dell’umorismo”…e ancora “Curioso come un gatto, furbo come una volpe, agile come un furetto, veloce come un ghepardo, appiccicoso come una cozza. Ma ce l’ha qualcosa di canino, ‘sto cane?” Certo che sì: la grandiosa, immensa, imperiale ruffianeria.

Scherzi a parte, uno studio (Voith et al., 2009) ha dimostrato che l’87,5% dei cani che erano stati identificati dallo staff del canile come meticci di una specifica razza in realtà non sono risultati avere antenati di quella razza tramite analisi di Dna. Pertanto, anche se morfologicamente molto simile, non è possibile stabilire da quale razza derivi un meticcio.

Nonostante questo, all’ultimo corso frequentato, un istruttore con una lunga esperienza di cani alle spalle mi ha detto: “È brava…per essere un Dalmata!” e ogni tanto ripete “È proprio un Dalmata!”

Io credo a lui, e alle persone che mi hanno raccontato la loro vita con un Dalmata…

Domani ho una consulenza preacquisto, la signora sogna un Dalmata…Le dirò che fa parte del Gruppo 6, quello dei segugi…in qualità di addestratore non dovrei consigliare un cane da caccia se deve fare il cane da compagnia, ma poi penso che se c’è un innamoramento per una razza, allora questo matrimonio s’ha da fare (bisogna però essere consapevole di tutti i vincoli e i lati caratteriali della razza scelta, perché è un impegno per molti anni!). Bisogna scegliere la razza più simile a noi, questo è il trucco di una felice intesa…

Io non perdo il pelo (o meglio, non in giro per casa!), ma in fondo anch’io mi sento molto Dalmata…sarà che poi sono cresciuta con lei, Inky, negli ultimi anni…pensare di avere un cane meno impegnativo sarebbe strano…poi guardo mia figlia e, forse, è un incrocio Dalmata pure lei!

Photo by J. Chris Vaughan – http://flic.kr/p/fQFcb

Posted by
laurarossimartelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *